Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Una fattura di magia nera è un incantesimo maligno nei confronti di una persona, effettuato per arrecare un danno a tale individuo.

I motivi per ricorrere alla magia nera allo scopo di fare fatture possono essere di varia natura. Possono infatti esserci diversi tipi di fatture, a seconda dell’obiettivo che si insegue: fatture di odio, fatture di sofferenza, fatture in amore, fatture di morte, e così via.

Dopo alcuni giorni o settimane, le fatture iniziano a fare effetto, ed è possibile accusare alcuni sintomi che possono produrre malessere o depressione alla vittima scelta come bersaglio.

In questo articolo si intende fare chiarezza sui possibili sintomi che possono manifestarsi su una persona oggetto di una fattura o di una opera oscura e come intervenire per annullarli.

Col maleficio si vuole nuocere alla persona attraverso un mezzo offerto al diavolo, perché vi imprima la sua forza malefica; si usa materiale di vario genere. È sconvolgente notare come spesso satana cerchi di imitare Dio. In questo caso, ciò si evidenzia nell’analogia con i sacramenti che hanno anch’essi una materia sensibile (Battesimo- acqua ecc.). Il materiale della fattura ovviamente non è per il bene, come nel caso dei sacramenti, ma per il male della persona.


Uno dei modi per raggiungere tale obiettivo consiste nel far bere o mangiare alla vittima cibo o bevande in cui è stato mescolato il maleficio. Gli ingredienti che si usano possono essere: ossa di morti, sangue mestruale, sangue di animali, polveri varie, spesso nere (bruciate), parti di animali (soprattutto il cuore), erbe particolari ecc . L’efficacia non dipende tanto dal materiale che viene usato quanto dalla volontà e dall’odio della persona che desidera fare del male all’altra mediante l’intervento diabolico. Esistono formule magiche segrete che recitano gli stregoni durante la preparazione dei disgustosi intrugli. La persona colpita manifesta vari disturbi, soffre di un caratteristico mal di stomaco e guarisce solo dopo essersi liberata con molto vomito in cui si eliminano cose stranissime.


Un altro modo consiste nel maleficiare oggetti appartenenti alla persona che si desidera danneggiare, ad esempio fotografie o indumenti. Inoltre si possono maleficiare figure che la   rappresentino: bambole, animali, persino persone vive dello stesso sesso ed età. Il rituale consiste nel colpire il mezzo con gli stessi mali che si vogliono causare alla persona designata. Ad esempio, durante un rito satanico, a una bambola vengono infissi spilli, aghi, chiodi o coltelli nelle varie parti del corpo; la povera vittima a cui è diretto il maleficio, sente veramente i dolori fortissimi e lancinanti, negli stessi punti in cui è stata colpita la bambola. La liberazione potrebbe avvenire se si estraessero gli oggetti dalla bambola.


Esistono anche i malefici fatti in forma di legamento, spesso usati per nuocere al bambino nel grembo della madre. Si lega il materiale di trasferimento con oggetti come capelli e nastri colorati attorno alle parti che si vogliono colpire. Lo scopo finale è di provocare la deformazione di quelle parti e di impedire lo sviluppo normale. Frequentemente l’effetto può essere il ritardo o il blocco dello sviluppo mentale del bambino che potrebbe avere in seguito gravi problemi nello studio, nel lavoro o nel comportamento.
Spesso i malefici vengono sparsi attraverso oggetti strani come pezzi di legno o di ferro, grumi di sangue, ciocche di capelli di una donna o di un bambino strettamente annodate,nastri colorati e annodati o  corde e lacci pieni di nodi. Tali oggetti si possono trovare o nei cuscini o nei materassi; però, a volte capita, che dopo averli aperti, gli oggetti non compaiano a prima vista. Se si asperge con l’acqua benedetta o si inserisce un’immagine benedetta della Madonna o un Crocifisso, appaiono all’improvviso le cose più strane.


L’efficacia diabolica dei malefici a volte può avere lo scopo di separare sposi, fidanzati o amici. Ho conosciuto tanti casi nei quali i fidanzati si volevano molto bene e all’improvviso si lasciavano senza una ragione. È successo che una ragazza si era innamorata del fidanzato della sua migliore amica e  per raggiungere il suo scopo andò da un mago. Con  l’inganno della magia riuscì a sposarlo; ovviamente, il matrimonio tra i due diventò una cosa terrificante, non si accettavano ma nonostante ciò, il marito non riusciva ad abbandonare la moglie, vivendo così una vita d’ inferno. Purtroppo, capitano anche matrimoni senza amore tra gli sposi, come conseguenza di una volontà perversa dei genitori o di altri che, per mezzo delle fatture, hanno raggiunto l’obiettivo.

Quando gli sposi si accorgono dell’inganno è ormai troppo tardi e i danni sono irreparabili. Solamente il Sangue di Cristo può aiutarli e sostenerli nel loro difficile e tormentoso cammino. Nel caso in cui il matrimonio fosse stato fatturato, gli sposi sicuramente si divideranno, perché c’è stato l’intervento del demonio.
Solitamente la vittima non sa di essere stata colpita da un maleficio. A volte la persona che vuole colpirla, l’accompagna con l’inganno dal mago, per far sì che le venga praticato il maleficio. Spesso, lo stesso individuo che spudoratamente si finge amico, spinto dall’odio pratica lui stesso la fattura o prepara il maleficio.


Generalmente quando le persone vengono colpite dall’azione malefica, cercano al più presto una via di uscita. Regolarmente il maligno troverà il modo di  riportarli dai suoi servi stregoni che con un nuovo inganno praticheranno loro la contro-fattura detta anche magia bianca, convincendoli che è cosa buona e che è l’unico mezzo per togliere la magia nera (sono invece entrambe la stessa  e identica cosa). La magia bianca quindi, come molti credono, non annulla gli effetti di quella nera, ma non fa che peggiorare una situazione già gravemente compromessa. Può capitare che con le loro pratiche occulte, i maghi riescano a guarire ma solo temporaneamente (il demonio sa fare anche questo, ma il beneficio è  falso e momentaneo perché, poi, tutto peggiora inesorabilmente), o a far sì che il male passi alla moglie, ai figli, ai genitori o ai fratelli delle persone colpite. Questo male  porta a un progressivo e persistente distacco dalla fede, a un incorreggibile stato di peccato,a frequenti episodi molto spiacevoli come incidenti stradali, stati depressivi, paure e purtroppo, in casi estremi, persino al suicidio.

Come capire se una persona è vittima di una fattura

In primo luogo, la persona che pensa di essere stata colpita da una fattura deve capire se esiste, nella sua sfera di conoscenze, qualcuno che possa avergliela fatta. Ad esempio:

  • una suocera invidiosa
  • un amante respinto
  • un amante del proprio partner in amore
  • un falso amico o una falsa amica.

Una volta individuata la persona che potrebbe aver chiesto una fattura nei suoi confronti, la persona che ritiene di essere stata colpita da tale fattura deve anche cercare di capire il perché. Ragionando sulle motivazioni, potrebbe avere un’ulteriore conferma del fatto che quella persona individuata gli abbia davvero fatto un incantesimo malefico.

Ma come può quella persona capire se è vittima o meno di una fattura? Ci sono alcuni sintomi che possono aiutarlo a scoprirlo, come meglio specificato nel prossimo paragrafo.

Quali sono i sintomi di una fattura

Una persona che pensa di essere vittima di una fattura, può provare a scoprire se è vero o meno attraverso la comparsa di uno o più sintomi tra i seguenti:

  • frequenti mal di testa
  • senso di svogliatezza
  • malessere diffuso
  • improvvisa insonnia
  • senso di oppressione e soffocamento in luoghi sacri
  • sensazioni sgradevoli frequenti
  • paura di entrare nella propria casa.

Spesso questi sintomi sono facilmente associabili a normali stati d’animo, ad episodi casuali o a problemi lavorativi che producono stress momentaneo. Per questo motivo, non sempre è facile capire se si è o meno in presenza di una fattura. Tuttavia, la possibilità di essere sotto l’attacco di un maleficio non può essere esclusa. In caso di dubbi, consultare un mago nero esperto potrebbe essere la migliore soluzione.

Alcuni tipi di fatture possono causare dolori e problemi specifici. Le fatture di odio, le fatture di sofferenza, quelle di separazione o di allontanamento, come anche le fatture in amore, le legature d’amore, i riti della disgrazia finanziaria, provocano, a seconda dei casi:

  • problemi di infertilità
  • incapacità di realizzarsi nella vita
  • problemi di impotenza sessuale
  • crisi del matrimonio
  • fallimenti in ambito lavorativo.

Come annullare questi sintomi e liberarsi da una fattura? La risposta è nel paragrafo seguente.

Annullare una fattura è possibile

Quando una persona individua i sintomi della fattura, e capisce chi può avergliela fatta, può a sua volta ricorrere alla magia nera per liberarsi di tale fattura. Grazie all’aiuto di un mago esperto, a cui rivolgersi il prima possibile, la persona potrà ritrovare benessere e gioia di vivere.

Da precisare che la magia nera non sempre è efficace al 100%, ma esistono molti libri in materia e tante persone vi ricorrono per soddisfare i propri desideri. Così come è possibile ricorrervi per causare dei malefici ai danni di qualcuno, allo stesso modo con la magia nera è spesso possibile annullare tali malefici.

2 Comments

Add Comment